La pagina della saggistica del primo numero dell'anno di Continuum non puņ che aprirsi con il diario di bordo di Fabio Calabrese, in cui il Nostro ripercorre le tappe principali della fantascienza italiana dell'anno precedente.
Segue un articolo in cui Giovanni De Matteo configura un bivio davanti al quale sembra trovarsi la sf del nostro Paese: la scelta tra seguire le correnti che stanno rivitalizzando la fantascienza internazionale e l'intraprendere una strada opposta e autarchica.
Gianni Ursini invece ci conduce attraverso un curioso zapping alla ricerca di qualcosa di adatto ai palati dei lettori di Continuum.
Infine, prosegue la parte dedicata alle esplorazioni e ai viaggi del `Manuale della fantascienza` di Fabio Calabrese, che stavolta ci porta a spasso in delle terre incognite.






Diario di bordo 2007di Fabio Calabrese

Il dilemma isolazionismo / integrazione: la scena incandescente della fantascienza internazionale, con tracce d'Italia di Giovanni De Matteo

Scorazzando fra i canali televisivi a caccia di un po' di fantascienza di Gianni Ursini

 

Manuale della fantascienza di Fabio Calabrese
Terre incognite