Eventi

Offerta speciale in esclusiva per i lettori di Continuum

 

 

Viaggio a Mondi Incantati

Diciotto racconti fantastici e una intervista


"Viaggio a Mondi Incantati" è un’antologia di diciotto racconti, per esplorare il Fantastico senza limiti o distinzioni di genere.

Il volume propone l'uno accanto all'altro racconti fantasy, horror e di fantascienza, la gran parte dei quali è stata premiata in diverse edizioni del Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico o è opera di scrittori giurati del concorso (come Donato Altomare, Franco Cuomo, Giulio Leoni o Massimo Mongai).

Inoltre la raccolta ospita una sezione dedicata ai racconti italiani di genere dell’inizio del Novecento
(di Federigo Tozzi, Guido Gozzano…), per dare un flash sul concetto di Fantastico un secolo fa
o giù di lì nel nostro paese.

Chiude l'antologia un’intervista a Maurizio Nichetti, il più importante regista italiano che si occupa oggi di Fantastico (fra i suoi film “Volere Volare”, “Stefano Quantestorie” e “Luna e l’altra”).

"Viaggio a Mondi Incantati" è realizzato dalla Nexus Editrice, col patrocinio del Comune di Lucca e della manifestazione Lucca Comics & Games.

Da marzo 2006 il volume è disponibile in libreria (distribuzione Messagerie Libri), al costo di 9,50 euro a copia.

Sino a febbraio 2006 era possibile acquistare il volume tramite RiLL al prezzo speciale di 8 euro a
copia, spese postali incluse.

Ora questa offerta è conclusa, ma CONTINUA e RADOPPIA per i lettori di Continuum:

- 8 euro per ogni copia di "Viaggio a Mondi Incantati"

- 12 euro per una copia di "Viaggio a Mondi Incantati" + una copia di "Mondi Incantati"
(l'antologia RiLLica 2003)

 

Per aderire all'offerta occorre semplicemente:

 

1) versare le cifre suddette:

- con un versamento sul conto corrente postale 92373000, intestato a Francesco Ruffino, via Taro
37, 00199 Roma

- con un bonifico bancario (il conto è lo stesso, e così l'intestazione, ma in più occorre indicare il
codice ABI, 07601, e il codice CAB, 03200).

- con un assegno non trasferibile, da inviare ad Alberto Panicucci, via Roberto Alessandri 10, 00151
Roma

2) inviare una mail a trofeo@rill.it, comunicando il pagamento, il materiale richiesto e le proprie generalità (nome, cognome, indirizzo, CAP) e specificando che si tratta di un ordine legato alla
offerta specale per i lettori di Continuum.

Per comodità "gestionali", l'invio della mail è caldissimamente richiesto.

Per maggiori dettagli sui volumi:

http://www.rill.it/viaggio.htm
http://www.rill.it/mondinc.htm

 

 

Alberto Panicucci

 

 

 

 

Terre di Confine

 

 

Segnaliamo con molto piacere ai nostri lettori che da qualche mese ha preso vita il progetto Terre Di Confine, una bella rivista che si occupa di fantascienza, fantasy ed anime, con incursioni in quelle che non potrebbero essere definite diversamente da “terre di confine”: tecnologia, mitologia e giochi di ruolo.

Terre Di Confine è scaricabile al sito web: http://www.crepuscolo.it/fantasystory/page.php

 

 

Roberto Furlani

 

 

 

 

Contact! – Tutti i film su UFO, alieni e civiltà extraterrestri

 

 

Sta per uscire l’ultimo libro sul cinema di fantascienza di Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo e Michele Tetro (il quarto dopo i due v. de Il grande cinema di fantascienza e Il grande cinema fantasy). Si intitola Contact! – Tutti i film su UFO, alieni e civiltà extraterrestri e, come dice il titolo, contiene la filmografia completa (almeno si spera) sull’argomento, che è il più presente nella cinematografia di genere.

Si tratta di quasi 500 schede di altrettanti film, i più importanti dei quali (circa 70) hanno avute dedicate schede più lunghe e complete, alla cui stesura hanno contribuito nomi ben noti nell’ ambiente fantascientifico, tra cui Danilo Arona, Claudio Asciuti, Vittorio Catani, Giuseppe Lippi, Giovanni Mongini, Eugenio Ragone. L’arco temporale affrontato va dalle origini (Voyage dans la Lune) ai giorni nostri (Guida galattica per autostoppisti, Guerra dei mondi), attraverso tutti i classici del genere (da Ultimatum alla Terra a Pitch Black), compresi importanti inediti (The Fliyng Saucer, The Man from Planet X), film muti (Algol), pellicole da riscoprire (Impostor, The Faculty), parodie umoristiche (I Marziani hanno 12 mani) e film non fantascientifici che però si occupano di alieni (da Maciste e la Regina di Samar a Io tigro tu tigri egli tigra, da Viva la vita a Ignoto spazio profondo).

Il libro, illustrato con molte foto inedite, è arricchito da saggi sugli UFO e gli alieni nel cinema, nella televisione, nella produzione italiana, e corredato da introduzioni, indice dei titoli, bibliografia, e dalla prefazione di Roberto Pinotti.

Tra qualche giorno, sul sito di Pizzo (http://www.fantascienza.net/sfpeople/gfpizzo/cineufo.htm) sarà possibile saperne di più e leggere alcuni estratti.

Il volume, 224 pagine in formato A5, sarà distribuito nel mese di aprile al prezzo di € 13,90.

 

 

Gian Filippo Pizzo

 

 

 

 

Appello per l’istituzione di cattedre di fantascienza

 

 

Il rapido progredire, oggi, della scienza e della tecnologia sottopone l'uomo, nel breve volgere della sua esistenza, a una serie di mutamenti così inattesi, profondi e molteplici che, in passato, si verificavano solo nell'arco di centinaia di anni. La visione del mondo era, per l'uomo del passato, del tutto rassicurante, tanto che l'umanista Carolus Bovillus poteva dire: "Hunc mundum haud aliud esse quam amplissimam hominis domum". L'avvento della scienza moderna sconvolse sin dalle fondamenta tale concezione prescientifica. E poiche' quella che e' andata in frantumi e' la visione armonica del mondo e l'uomo contemporaneo - afferma il filosofo tedesco Max Scheler - "e' diventato pienamente e completamente problematico a se stesso; [ne'] sa piu' cio' che egli e', ma allo stesso tempo sa pure di non sapere, si designa il disagio dell'epoca moderna come "crisi umanistica".

Tuttavia, se la scienza e' all'origine della crisi umanistica contemporanea, non ha senso condannarla e rigettarla in nome di una improbabile ed idilliaca era pre-scientifica: nella storia i "ritorni" non sono possibili, meno che mai il ritorno ad un'eta' della pietra o ad un'età barbarica, che nessuno in pratica sarebbe disposto ad accettare. La soluzione della crisi e', invece, nello sforzo difficile ma non impossibile di integrare la scienza in un umanesimo rinnovato, alla cui realizzazione da' un notevole contributo la letteratura che alla scienza si ispira: la science fiction o fantascienza. Non e' facile esporre, in poche battute, il percorso critico, filosofico, epistemologico e pedagogico che ci ha portati ad intendere la fantascienza come ponte tra le due culture e come stimolo per i giovani ad accostarsi allo studio della scienza. Rimandiamo, percio', quanti lo desiderano, ai nostri interventi più significativi, che si trovano raccolti al seguente link:

http://www.futureshock-online.info/pubblicati/html/cattedre.htm .    

Tuttavia, per poter assolvere il compito di educare le giovani generazioni all'uso corretto (umanistico) della scienza, la fantascienza ha bisogno di essere accolta nel mondo accademico italiano. Si rende dunque indispensabile la istituzione di cattedre universitarie, come normalmente avviene nel mondo anglosassone, dove recentemente, a Glamorgan (UK), e' stato istituito un corso universitario con diploma di laurea in fantascienza.  Ma e' anche indispensabile l'appoggio di quanti credono nella bonta' del nostro progetto, appoggio che puo' essere offerto sia divulgando la nostra iniziativa, sia dando la propria adesione al seguente link:

http://www.mooncity.it/public/contatti.html. Il Comitato organizzatore, di cui fanno parte Roberto Furlani (direttore della rivista fantascientifica online "Continuum"), Enrico Leonardi (docente di lettere, collaboratore di "Cultura Cattolica" e critico di fantascienza), Luciano Nardelli (scrittore di fantascienza), Michele Nigro (redattore di "Nugae" e scrittore di fantascienza), Guido Pagliarino (scrittore), Annarita Petrino (scrittrice di fantascienza) e Luigi Picchi (insegnante liceale di Materie Letterarie e critico letterario), raccogliera' le adesioni pervenute, che si spera siano abbondanti, e le presentera', a corredo del piano di studio per la laurea in fantascienza, agli organi competenti.

 

 

Antonio Scacco